Carta dei valori - Calcio | ASD Polisportiva RugBio

Carta dei valori – Calcio

  • I ragazzi sono sempre tutti convocati per la partita di campionato che sarà quasi sempre al sabato.
    La Polisportiva si propone soprattutto degli obiettivi educativi.
    È importante allenare la partecipazione e alimentare l’entusiasmo del bambino. Cercate sempre di assecondarlo per sostenerne il lavoro psicomotorio che gli chiediamo. Per questi motivi non facciamo selezioni e convocazioni. I bambini giocano tutti.
  • Alleniamo a dare tutto, a mettersi a disposizione dei compagni per arrivare a perdere e vincere insieme, uno degli aspetti formativi più importanti nel gioco di squadra. In altre parole educhiamo al confronto.
  • Nel nostro progetto sportivo gli educatori/allenatori sono figure importanti, su cui investiamo e che I più piccoli seguono soprattutto un progetto sugli schemi motori al fine di garantirne una crescita sportiva indipendente dal calcio. Cerchiamo di non specializzarli.
  • Stimoliamo i ragazzi ad essere responsabili della struttura e dell’equipaggiamento di gioco (riordinare il campo a fine partita, non gettare oggetti per terra, non dimenticare materiale tecnico per la partita, prendersi cura dei propri indumenti). È molto importante che i genitori li affidino agli educatori negli spogliatoi, salvo mettersi a disposizione come accompagnatori nelle varie categorie. Entrate il meno possibile negli spogliatoi! Proveremo a renderli indipendenti
  • Ricordiamo che nel centro sportivo, soprattutto nelle aree di passaggio dei bambini, è vietato fumare.
  • Gli allenamenti sono per scelta dell’associazione sempre su terreno naturale e si svolgono anche con pioggia e freddo. Per rinforzare il metabolismo dei bambini invitiamo a dotarli di maglia termica nei periodi più freddi e prevediamo per i più piccini di usare un giorno alla settimana la palestra.
  • Gli adulti devono sostenere positivamente la partecipazione dei ragazzi, insegnare a rispettare regole e arbitro (anche quando sembra ingiusto) e che dire bravo ad un avversario e non arrabbiarsi con un compagno di squadra per un errore reale o presunto siano gli aspetti più corretti per giocare ad uno sport di squadra.
  • Arrivare puntuali aiuta ad allenarli.
    Chiamiamo gli allenatori quando siamo in ritardo o non possiamo partecipare ad allenamento o partita.
  • Per qualsiasi problema potete contattare la direzione sportiva, nella persona di Agostino Mele, prima ancora degli educatori
  • Un adulto che tifa contro l’avversario o si esprime in modo troppo colorito, può essere allontanato da bordo campo, senza che questo in alcun modo pregiudichi la partecipazione al gioco del figlio.
  • Gli allenamenti sono sempre martedì e giovedì (accoglienza dalle 17.00) fino alle 18.30.
  • La chat serve per le comunicazioni ufficiali e non deve e non può degenerare in un’agorà di sfogo. È una questione di educazione. Un colloquio privato tra direzione sportiva o direzione tecnica è ancora oggi la soluzione migliore.
  • Aiutare non è mai un reato, ma soddisfazione enorme in un progetto che vuol soprattutto mantenere la propria piattaforma
  • Il direttore tecnico è Agostino Mele che si occupa della programmazione e della gestione dei tecnici, mentre il direttore sportivo, Alessio Grosso, si occupa dell’iscrizione ai campionati, delle comunicazioni e dei tesseramenti dei ragazzi.
  • Ricordate che i vostri figli hanno diritto a pensare di essere dei campioni impareggiabili. Voi no. Cercate solo di far sì che possano imparare divertendosi e facendo nuove amicizie.
  • Se vinceremo campionati e tornei, faremo una grande festa. Se non accadrà, faremo sempre una grande festa

 

il presidente
asd Polisportiva RugBio

 

rfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-slide