Racconti da Shatila

Le parole degli operatori

Il Rugby nel campo profughi di Shatila sta avendo molto successo. Ahmed, uno degli allenatori del progetto Rugbio Libano, ci ha raccontato che sono accorsi molti ragazzini per cimentarsi con questa strana palla ovale che rimbalza in modo imprevedibile. Zakaria Abdel, promotore del progetto con noi di Rugbio, sta iniziando a raccogliere molte adesioni e sostegno (quello vero) da parte di rugbisti e non che credono che lo sport, questo sport, sia la migliore terapia possibile contro l’abbandono scolastico, il disagio sociale e soprattutto un antibiotico naturale per allontanare i ragazzi dalla strada della violenza e della criminalità.

Se anche tu, come RugBio, credi al SOSTEGNO, quello vero, all’EDUCAZIONE SPORTIVA e all’INTEGRAZIONE aiuta i nostri piccoli atleti in Libano!

YouTube

Categories

Menu